BAMPCINEMA

un solo frame
dall’Adriatico al Tirreno

III edizione

Nel tentativo di approcciare i giovani al cinema, c’è bisogno di assumere sempre più la missione di trasmettere la settima arte come oggetto culturale e di sostegno per pensare e leggere il mondo. Per questo è necessario studiare una pedagogia che partendo da una visione di un film, si proponga e si adatti alla nostra epoca marcata da rapidi cambiamenti, sempre maggiori e continui nel modo di vedere, ricevere, diffondere e produrre le immagini viste su una moltitudine di schermi. L’intento è quello di costruire degli strumenti che siano sensibili e induttivi, interattivi e intuitivi, fornendo conoscenze, strumenti analitici e le possibilità di dialogo tra le immagini ed i filmati. Il progetto intende favorire e sostenere la promozione dello studio dello spettacolo, ed in particolare dell’arte cinematografica, attraverso percorsi didattici rivolti al mondo della scuola e incrementare la conoscenza del linguaggio audiovisivo, promuovere i luoghi di spettacolo come i presidi culturali dei nostri comuni del sud in quanto luoghi speciali deputati alla fruizione collettiva, in antitesi alla tendenza attuale, accentuata dagli effetti della pandemia Covid 19, che incentiva i consumi in door anziché out door, fenomeno che sta provocando fenomeni distorsivi non favorendo esperienze di confronto e socializzazione e quindi di crescita. Il patrimonio e la creatività cinematografica racchiudono ed esprimono l’insieme dei valori storici, artistici e sociali della nostra comunità e, pertanto, la rassegna intende rappresentare un prodotto di grande spessore identitario attraverso il coinvolgimento attivo delle risorse del vasto territorio coinvolto e allo stesso tempo uno strumento di forte richiamo per un pubblico vasto ed eterogeneo, attraverso un’offerta culturale molto ampia.

Bamp Cinema, è un’iniziativa realizzata nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola promosso da MIUR e MIBAC, promossa e organizzata da Agis di Puglia e Basilicata, rivolta agli studenti, ai docenti e agli esercenti cinematografici di tre regioni del Sud Italia: Puglia, Basilicata, e Molise.   

Bamp Cinema è realizzato con il coinvolgimento di Accademia del Cinema RagazziCooperativa GET, Associazione Culturale MoliseCinema, in partnership con Agiscuola Nazionale; in collaborazione con USR Puglia, Regione Puglia Regione Basilicata, Assessorati Economia della Cultura e relativi Dipartimenti.

BAMPCINEMA,

le sale cinematografiche

regioni

BAsilicata

Molise

Puglia

Campania

Calabria

Sicilia

Attraversa sei regioni del Sud Italia il sogno del cinema del futuro.
Un futuro che si fonda sulla necessità di formare dei ragazzi, perché sono loro gli spettatori del domani, e di farlo in territori che già da diverso tempo hanno fatto del cinema uno dei loro fiori all’occhiello.
È questo l’intento del “Bamp Cinema Un solo frame dal Tirreno all’Adriatico” che coinvolge le sale cinematografiche associate ad ANEC ed aderenti al progetto nelle sei regioni da novembre ‘22 a maggio ‘23.

BAsilicata

IL PICCOLO, Matera
S. MAURO, Lavello
RANIERI, Tito

Molise

CINEMA-TEATRO K, Casacalenda

Puglia

ABC, Bari
MULTICINEMA GALLERIA, Bari
MULTISALA ALFIERI, Corato
MULTISALA ROMA, Andria
DB D’ESSAI, Lecce
VERDI, Martina Franca
MULTISALA VITTORIA, Sava
ORFEO, Taranto

MULTISALA POLITEAMA ITALIA, Bisceglie
ANDROMEDA MAXICINEMA, Brindisi
CINEMA ROMA, Cerignola
CITTA’ DEL CINEMA, Foggia

Percorre e abbraccia il nostro sud la terza edizione di BAMP

Il successo delle due edizioni precedenti, nonostante l’ultima sia stata segnata dalle restrizioni dettate dalla pandemia, ha motivato altre regioni ad accogliere il nostro progetto che ancora una volta è stato apprezzato dai Ministeri della Cultura e dell’Istruzione risultando vincitore del bando del settore. E così saranno con noi anche la Campania, la Sicilia, la Calabria, il Molise, con l’Agis di Puglia e Basilicata capofila.

Siamo felici di questo entusiasmo che mette al centro l’obiettivo comune di formare con consapevolezza il pubblico dei giovani, realizzando un processo virtuoso che tiene insieme formatori, docenti, studenti, e il nostro mondo, quello del cinema. E soprattutto sottolinea la necessità della visione nelle sale cinematografiche che diventano al contempo presìdi di formazione e di conoscenza oltre che punti fermi nelle comunità in cui sorgono.

Portare i ragazzi nei cinema delle loro città per comprendere il linguaggio cinematografico significa abituarli a frequentare i luoghi dove il cinema si fa magia, si vive insieme agli amici condividendo un’esperienza unica e irripetibile.

Giulio Dilonardo
Presidente AGIS e ANEC di Puglia e Basilicata

Il Cinema tra i banchi di scuola

Da molti anni il mondo del cinema ha rivolto la propria attenzione alla scuola: da oltre trent’anni, ad esempio, la Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia organizza – in accordo con l’Agiscuola il “Leoncino d’oro”, uno dei premi collaterali più importanti della rassegna veneziana, in cui una giuria di giovanissimi selezionati in tutte le scuole secondarie di II grado, premia un’opera cinematografica ritenuta significativa per un pubblico giovane. Allo stesso modo, ricordo che a Giffoni, sempre con il patrocinio del nostro Ministero, si tiene un prestigioso Film Festival per i ragazzi, che ne sono i protagonisti a tutto tondo.
Si tratta, tuttavia, di manifestazioni che, pur avendo grande risonanza mediatica, non superano la dimensione, pur validissima, dell’evento.

Giuseppe Silipo
Direttore Generale USR Puglia

Il Cinema tra i banchi di scuola

Con la Legge 14 novembre 2016, n. 220, invece, anticipata anche dalla L. n. 107/2015, l’educazione all’immagine è arrivata sui banchi di scuola, e il cinema e l’audiovisivo sono entrati di diritto nella programmazione scolastica, quali discipline specifiche in grado di contrastare l’analfabetismo iconico, contribuendo alla costruzione di una cultura audiovisiva comune e alla formazione di ambienti di apprendimento con al centro gli studenti e le loro esigenze formative, al fine di educare un pubblico critico e consapevole. “Insegnare cinema” nelle scuole non vuol dire però “far vedere un film”, utilizzandolo magari in modo strumentale per supportare gli studenti nell’approccio alle tradizionali discipline (si pensi alla Storia e alle Letterature), perché il cinema – come tutti i saperi fondati – possiede uno statuto disciplinare, un oggetto di studio, un linguaggio, un metodo di ricerca, insomma un proprio “occhiale interpretativo” della realtà, che fanno anche della “settima arte” uno strumento utilissimo per comprendere il nostro tempo. Più in generale, l’inclusione della media literacy e della educazione all’immagine nel nostro sistema scolastico dovrà prevedere – come già sta avvenendo – percorsi formativi adeguati, nonché la formazione degli operatori, indispensabile per utilizzare strumenti di analisi e di riflessione anche complessi. Fruizione, finalizzata a formare uno spettatore in grado di porsi in maniera critica di fronte al testo audiovisivo da un lato, e produzione, ovvero verifica sul campo delle conoscenze teoriche acquisite dall’altro, mi sembrano le linee direttrici di questo intervento didattico, senza mai dimenticare la loro funzionalità rispetto al PTOF del singolo istituto.

Giuseppe Silipo
Direttore Generale USR Puglia

Il Cinema tra i banchi di scuola

La III edizione di “BAMP-CINEMA – Un solo frame dall’Adriatico al Tirreno” – come del resto le precedenti – è un’azione che si muove in questa direzione virtuosa, quella appunto della formazione adeguata e della fruizione consapevole.
L’impianto progettuale, ideato e coordinato dall’AGIS di Puglia e Basilicata, con il pieno coinvolgimento della Direzione Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia, grazie al protocollo d’intesa rinnovato nell’aprile 2022, è realizzato nell’ambito del Piano Nazionale Cinema e Immagini per la Scuola e in riferimento al Bando denominato Il Cinema e l’Audiovisivo a Scuola-Progetti di rilevanza nazionale, destinato agli enti di settore impegnati nella promozione della cultura cinematografica e dell’educazione all’immagine.
Il progetto si avvale, altresì, del patrocinio gratuito di altri enti, e dell’intervento dei formatori dell’Accademia del Cinema dei Ragazzi di Enziteto coop. GET e si rivolge agli studenti e ai docenti delle scuole tutto il Sud Italia, con il coinvolgimento operativo di 6 regioni, 5 associazioni di cui 4 di categoria nell’ambito dello spettacolo ed in particolare dell’esercizio Cinema.
Come per le precedenti edizioni, si prevede un percorso ad anello: formazione dei docenti attraverso moduli specifici organizzati in tutte le regioni partecipanti, a cura degli operatori dell’Accademia del Cinema Ragazzi che coordinerà i formatori individuati; successiva formazione a cascata degli studenti, da parte degli stessi docenti formati, con proiezioni guidate nelle sale cinematografiche coinvolte.
I temi individuati per questa edizione, “Cinema e diritti civili” e “Cinema e Società”, rappresentano un’occasione, per gli studenti, per riflettere – attraverso un codice comunicativo universale – sulle importanti questioni del mondo contemporaneo.

Giuseppe Silipo
Direttore Generale USR Puglia

Il cinema a scuola: uno sguardo sul mondo

La Sezione Calabra ANEC partecipa al suddetto progetto di formazione ammesso al finanziamento previsto dal bando D.D. 862 dell’11.03.2022 e che vede come capofila l’Unione Interregionale AGIS Puglia e Basilicata.
L’iniziativa vedrà il coinvolgimento di istituti scolastici, docenti, studenti ed esercizi cinematografici delle province di Cosenza e di Reggio Calabria e contribuirà, grazie ad appositi percorsi didattici, ad accrescere la conoscenza del linguaggio audiovisivo e, grazie alla visione dei film selezionati, a far riflettere i giovani su argomenti e problematiche che investono l’individuo nella società contemporanea e, soprattutto, a promuovere le sale cinematografiche quali presidi di cultura.
I moduli saranno affidati al regista e sceneggiatore Gianluca Gargano.

 

Giuseppe Citrigno
Presidente ANEC Calabria

Cinema–Scuola. Strumento essenziale per la crescita di un nuovo pubblico

L’opportunità che è stata data con l’emanazione dei Bandi 2022/2023 da parte del Ministero della Cultura di concerto con il Ministero dell’Istruzione ha consentito di sviluppare e potenziare la speciale iniziativa dell’AGIS Puglia e Basilicata BAMP CINEMA, giunta alla 3^ edizione.
Sostenere tali iniziative di promozione del linguaggio cinematografico in classe permette di far acquisire ai docenti ed agli studenti strumenti e metodi di analisi per conoscere a fondo il mondo del cinema nelle sue diverse componenti.
L’ANEC Campania ha aderito con grande interesse a tale iniziativa con lo scopo di:
– Diffondere nel mondo della scuola l’arte cinematografica, formidabile strumento di crescita civile e culturale;
– promuovere e sviluppare i rapporti tra il cinema ed il mondo della scuola, in modo che i giovani possano acquisire una completa conoscenza del fenomeno cinematografico;
– far comprendere ai giovani come i film siano opere dell’ingegno collettive, espressioni di numerose professionalità artistiche e tecniche e, quindi, possibili concrete occasioni di lavoro in un mondo in cui le immagini hanno una rilevanza sempre più importante;
– far comprendere ed apprezzare alle giovani generazioni la validità della visione dei film in sala su grande schermo che, oltre a garantire la migliore visibilità dell’opera cinematografica, permette una sana socializzazione ed un intelligente impiego del tempo libero.

 

Luigi Grispello
Presidente ANEC Campania

La scuola al cinema, da Catania a Cinisi formazione, proiezioni, masterclass per nuovi modelli comunicativi

L’Associazione Nazionale Esercenti Cinema – Sezione regionale per la Sicilia partecipa al progetto di rilevanza nazionale come da Bando D.D. 862, con capofila l’Unione interregionale AGIS di Puglia e Basilicata per lo svolgimento della III Edizione di BAMPCINEMA.
Il progetto coinvolgerà Scuole, Professori, Studenti ed esercizi cinematografici da Catania, Milazzo a Cinisi (PA) al fine di accrescere nel territorio siciliano la diffusione delle opere cinematografiche in grado di far conoscere un cinema attento al futuro delle nuove generazioni.
Oggi come mai sarà importante il dialogo e la formazione di tutte le parti coinvolte, si lavora per moduli formativi attuali e film comunicativi, abbiamo tra gli esperti didattici il Prof. Rosario Castelli, professore di Letteratura Italiana dell’Università di Catania, Dipartimento di Scienza Umanistiche, grande esperto di cinema che porterà ai colleghi e alle classi coinvolte un notevole contributo.
Altro importante obiettivo avvicinare il mondo scolastico alla sala cinematografica, far conoscere o riscoprire attraverso un film e il dibattito l’importanza della socialità e dello spazio comune.

 

Paolo Signorelli
Presidente ANEC Sicilia

Il futuro del Sud è in sala

Siamo davvero felici di partecipare alla terza edizione di BAMP. È ormai un progetto consolidato, che unisce le regioni del Mezzogiorno e le scuole in nome del cinema e che ha un valore non solo formativo ma anche sociale e culturale. In particolare in una regione come il Molise, che soffre la carenza di cinema e spazi per la fruizione della cultura, ritornare in sala e promuovere i film di qualità tra i ragazzi e le ragazze è un’operazione di grande importanza. Il successo delle precedenti edizioni di BAMP ci ha fatto capire che non bisogna cedere alla retorica della decadenza che profetizza la fine del cinema. Abbiamo potuto constatare, e sono certo che ne avremo conferma anche per questa edizione, che i giovani sono attrattati dal grande schermo e che la visione collettiva e partecipata è un’esperienza insostituibile. Con il Festival MoliseCinema, che ha ormai 20 anni di storia, abbiamo sempre cercato di intercettare l’attenzione e l’entusiasmo del nuovo pubblico e abbiamo da anni coltivato un ottimo rapporto con gli istituti scolastici del territorio, che tra l’altro si trovano in piccoli comuni e in aree interne che soffrono più di altre fenomeni di spopolamento e disoccupazione. Il cinema non può essere risolutivo di problemi strutturali così vasti, ma può certamente dare un piccolo contributo alla crescita culturale delle nuove generazioni e alla rigenerazione di luoghi e attività. Grazie dunque all’Agis Puglia-Basilicata per aver continuato a credere in BAMP e avere esteso ancora di più la rete di regioni meridionali che ne fanno parte. E grazie agli istituti e dirigenti scolastici, ai docenti e agli studenti che sono i principali protagonisti di questo bellissimo progetto.

 

Federico Pommier Vincelli
Presidente Associazione MoliseCinema

La formazione del pubblico un investimento sul futuro

Il lavoro dell’Agis di Puglia e Basilicata porta frutti che coinvolgono altri territori, e questo non può che renderci felici.
La terza edizione di BAMP CINEMA che coinvolge gran parte delle regioni del Sud Italia conferma la scelta vincente che perseguiamo da anni dedicando tanti nostri progetti alla formazione del pubblico, soprattutto dei giovani. Riteniamo che questo sia il modo più indicato anche per contribuire allo sviluppo dell’esercizio cinematografico, delle nostre sale che tanto hanno patito negli ultimi anni e che continuano a soffrire il perdurare della crisi pur rimanendo baluardi di cultura in tutti i loro territori.
Anche quest’anno non posso che ringraziare gli istituti scolastici e i docenti che partecipano con entusiasmo, e che attraverso la loro formazione riusciranno a motivare ancor più gli studenti, trasferendo loro tutte le nuove conoscenze sul linguaggio cinematografico. Quest’anno abbiamo puntato su due sezioni per quel che riguarda i film da vedere in sala e grazie ai quali gli studenti potranno esercitare le loro capacità di comprensione del linguaggio cinematografico: cinema e diritti civili e cinema e società, rappresentati da lavori che sicuramente cattureranno l’attenzione dei nostri giovani spettatori.
Il frame del nostro BAMP non si ferma e viaggia lungo il nostro caro Sud.

 

Francesca Rossini
Segretario Agis Puglia e Basilicata e responsabile scientifico di Bamp

PROGETTO PROMOSSO
E REALIZZATO DA

CREDITS

Presidente Agis-Anec Puglia e Basilicata
e responsabile di progetto
Giulio Dilonardo

Direttore Generale Usr Puglia
Giuseppe Silipo

Presidente Anec Calabria
Giuseppe Citrigno

Presidente Anec Campania
Luigi Grispello

Presidente Anec Sicilia
Paolo Signorelli

Presidente Molise Cinema
Federico Pommier Vincelli

Segretario Agis Puglia e Basilicata
e responsabile scientifico di progetto
Francesca Rossini

Staff Agis Puglia e Basilicata
Saverio Catacchio, Annalisa Fiore, Michele Pascazio

Staff Get – Accademia del Cinema dei Ragazzi
Maria Cascella, Vincenzo Ardito, Domenico Centrone

Staff Molise Cinema
Luisa Castaldi, Salvatore Di Lalla, Raffaele Rivieccio

Staff Anec Calabria
Giovanni Guagliardi, Gianluca Gargano

Staff Anec Campania
Annamaria Campanile, Giuseppe Colella,
Alberto Castellano, Diego Del Pozzo

Staff Anec Sicilia
Deborah Sapienza, Luigi Rossi, Rosario Castelli,
Egidio Bernava Morante, Nello Correale

IN COLLABORAZIONE CON